Per mano

mani grande e piccolaBambino corrono veloci i giorni dell’infanzia.

Una nube passa, ma è già oltre.

Non ti servono parole per comprendere l’amore, la solitudine, la vita, la morte, il vento e la pioggia e il sole, la gioia, la fatica del vivere quotidiano.

Tu capisci, tu già sai.

Ti chiamo per questo “il mio piccolo saggio”.

Non sei stato messo dentro una campana di vetro, ma ci siamo tenuti per mano.

Abbiamo riso, qualche volta abbiamo anche pianto, questo sì, di fronte ad un dolore che non ha risposta.

Hai capito, ed io insieme a te,  che certi fatti della vita vanno solo accettati per quelli che sono.

Non sei piccolo per questo.

Hai pagato un prezzo alto, ma sei per questo speciale e ami profondamente,

sei sensibile, forte e buono.

Posso solo dirti:  grazie bambino per esserci.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...