About me

Due parole su di me sono difficili da trovare, perchè è sempre difficile parlare di se stessi.

Penso di essere una persona in continuo cambiamento, con mille idee per la testa che non sempre si realizzano ma che restano lì e prima o poi chi lo sa!

Mi piace vivere tra realtà e un sogno…la realtà è la mia casa in città, e la sua piccola cucina affacciata su un piccolo ma delizioso giardino nella quale sperimento nuove ricette nei ritagli di tempo, ricette che mi sono state tramandate o che raccolgo qua e là e che appunto rigorosamente su foglietti volanti che  poi raccolgo in una scatola di latta e che non riesco mai a realizzare come e quanto vorrei…il sogno è la  bianca cucina al mare…bianca nel senso che è perennemente avvolta da nuvole di farina e zucchero a velo, bucce di frutta, avanzi di creme chantilly e ogni sorta di residuo di sperimentazioni…dove è più semplice sognare lontani dai piccoli o grandi grattacapi dettati dalla quotididanità…ma questo non è un blog di cucina,… io non sono una foodblogger (piuttosto una “pasticciona” come amo definirmi…) poichè la mia vita è piena di tante altre cose…innanzitutto il mio lavoro con i bambini a scuola a cui dedico buona parte della giornata e delle mie energie, poi ciò che mi sta a cuore nel privato è per lo più coltivare i fiori e piante nel  mio piccolo giardino, leggere e scrivere da sempre, danzare con il mio cavaliere specialmente nelle tiepiede serate di primavera,  camminare tra boschi e spiagge a passo leggero e così  per nuovi luoghi del mondo, e soprattutto condividere il mio tempo, con le persone a me care senza mai dimenticare le infinite possibilità che ci sono in una vita.

Colleziono vecchie posate, tazze scompagnate e tavolta sbrecciate, che scovo nei brocante, adoro le vecchie case con i pavimenti di legno vecchio che scricchiolano quando ti muovi, i vecchi mobili,  gli oggetti che hanno un loro vissuto e una loro storia.

Al momento non ho una reflex poichè l’ho data in dotazione a mio figlio che ha appena terminato il suo percorso di studi all’estero, facoltà di designer, al quale era di vitale utilità e perciò mi adatto con una bridge o, talvolta, con la fotocamera del cellulare (…e si vede…) ma cosa non si fa per i figli…)):…

Benvenuti, mi farete felice se lascerete un commento a testimonianza del vostro passaggio  qui.

4 comments

  1. Ciao, grazie di essere passata da me. Non preoccuparti per la reflex, la ricomprerai, non è il mezzo che conta ma l’occhio e l’anima per trasmettere emozioni e pensieri. Tanto adesso con i cellulari si fanno delle gran foto a patto di non pensare di poterle stampare o ingrandire.
    😉

  2. Quanta ricchezza è racchiusa in te e nella tua vita
    I sogni aiutano a vivere meglio, ma è nella realtà che dobbiamo quotidianamente confrontarci, tu ci riesci stupendamente
    Neanch’ io ho una Reflex ma con con il mio Smartphone e soprattutto con l’ emozione, fotgrafo il mio Sentire

    Ti lascio un sorriso
    Mistral

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...